Un aiuto inaspettato, e molto utile, per chi vuole cimentarsi nella scrittura

I Tarocchi sono un gioco di carte molto antico, con immagini archetipiche che vedono le proprie radici affondare nella notte dei tempi. Sono uno strumento famoso per la divinazione, ma – inaspettatamente – possono venire in aiuto anche a chi, per professione o diletto, desidera stendere un testo narrativo. Infatti le caratteristiche intrinseche delle singole Lame possono rispondere in modo esaustivo alle richieste, espresse e inespresse, della trama che stiamo componendo. Il metodo spiegato è molto chiaro e completo, comprende esempi e analizza opere famose, accompagnando lo scrittore passo passo a comprendere come utilizzare i Tarocchi come ausilio della scrittura, sviluppando i personaggi, le trame e l’architettura generale dell’opera.

Mario Abbati e Antonella Busino hanno sviluppato questo metodo negli anni, all’interno della Scuola Genius di scrittura, rendendolo solido e allo stesso tempo molto fruibile per tutti.

#pandaedizioni #marioabbati #antonellabusino #tarocchi #libri #ebook #leggere #scrivere #scrittura #scuolagenius #scuoladiscrittura #scrittori #leggerechepassione #ticonsigliounlibro #instabook #bookstagram

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/saggistica/inventare-storie-con-i-tarocchi-mario-abbati-antonella-busino/

Lascia un commento

Archiviato in Nuove uscite

Quando un viaggio è in grado di darti pace e serenità

La Via degli Dei è un cammino italiano che collega Bologna a Firenze, e data la sua lunghezza “accessibile” (di circa cinque giorni) e la sua bellezza attira sempre più l’interesse dei turisti “slow”. Più di diecimila presenze calcolate per il 2021, e per il 2022 le previsioni sono di ulteriore crescita. Federico Schio, assieme a quattro amici, durante un periodo della sua vita non particolarmente felice decide di mettersi in gioco e… in cammino. In questo libro che è un racconto di viaggio ci parla dei preparativi, degli accorgimenti, di ciò che ha incontrato lungo il cammino e dei suoi sentimenti. Un cammino pieno di ispirazione, rapporti con persone accoglienti e che sanno metterti a tuo agio fin da subito, le riflessioni e i capricci del tempo… la fatica, le sorprese e la magnifica sensazione di arrivare in Piazza della Signoria.

Questo è “Sottosopra – La mia Via degli Dei”, un libro che sta comodamente nella tasca dello zaino, per accompagnarci lungo il cammino passo passo e arricchirci di speranza e serenità.

#pandaedizioni #federicoschio #viadeglidei #trekking #viaggi #bologna #firenze #cammino #turismo #slow #emilia #toscana #camminiitaliani #leggerechepassione #ticonsigliounlibro #instabook #booklover #bookstagram

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/saggistica/sottosopra-la-mia-via-degli-dei-federico-schio/

Lascia un commento

Archiviato in Nuove uscite

Chi è e cosa ha scritto Hafez Haidar (e perché parliamo di lui)

Tra gli studiosi più importanti a livello mondiale delle religioni monoteistiche, troviamo Hafez Haidar. Suo è infatti il Dizionario comparato delle religioni monoteistiche uscito per Piemme Edizioni, una delle opere che più gli conferiscono pregio e importanza. Ma non è certo l’unica.

Infatti Haidar è professore presso l’Università di Pavia, dove insegna Lingua e letteratura araba, e studia altresì il dialogo interreligioso e di cultura araba. Candidato al Premio Nobel per la pace nel 2017 e per la letteratura nel 2018, ha al suo attivo molte opere, che gli hanno meritato numerosissimi premi nazionali e internazionali, tra le quali “Le donne che amavano Maometto” (Piemme, 2007) e “Maometto e i diamanti del Corano. Storie di saggezza e detti del profeta” (Mondadori, 2007). È il traduttore d’elezione per l’italiano delle opere di Kahlil Gibran, ed è di notevole pregio la sua traduzione de “Le mille e una notte” (Mondadori, 2001). Infine, è Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per il dialogo tra Oriente e Occidente.

Perché parliamo di lui?
Perché lo vediamo in questa foto di fianco a Valter Garatti, dopo che gli ha consegnato la Menzione Speciale della sezione “Fonte di Ippocrene” del Premio Intercontinentale “Le Nove Muse” per il suo romanzo “Il merletto – Storia di Ann”. La cerimonia di consegna dei premi e degli attestati è avvenuta lo scorso 11 giugno al Centro Candiani di Mestre.

#pandaedizioni #valtergaratti #ilmerletto #romanzo #letteratura #narrativa #premiolenovemuse #hafezhaidar #lemilleeunanotte #premioletterario

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/narrativa-dal-2019/il-merletto-valter-garatti/

Lascia un commento

Archiviato in Approfondimenti

Il mondo serio e insieme comico del calcio veneto

Visto dagli spalti, il calcio è passione, tifo, competizione. Ma, nelle categorie minori, è anche per certi versi una dimensione familiare, magari in campo giocano i propri figli, ci si porta la moglie… e i tifosi avversari sono lì vicino, ci si sente e si possono scambiare battute sagaci sia con “quegli altri” che con i giocatori o gli arbitri. Ne viene fuori un quadro insieme serio (sportivamente parlando) e comico (per le battute) che Alessandro Pezzin, da diligente cronista sportivo, ha collezionato e riportato nel suo “Alta, che eà se suga!”, spiegando ogni boutade e contestualizzandola in modo preciso.

Così, veniamo a sapere che “Arbitro, gheto el soe su i oci?” si riferisce alla probabile causa del supposto deficit visivo arbitrale, “El xe sempre in mexo, come ‘e suocere!” intende paragonare l’ingombro fisico dell’arbitro a quello morale della madre della consorte, e “I xe bravi tufarse, i vien dal Cavain!” definisce la bravura nel simulare dei falli subiti come derivata dalle origini balneari degli avversari.

“Alta, che eà se suga!” contiene più di duecento aneddoti spiegati, per un libro divertente e di testimonianza del calcio dilettantistico veneto.

#pandaedizioni #calcio #libro #dialetto #aforismi #letteratura #narrativa #alessandropezzin #linguistica #lingua #tifo #veneto

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/narrativa-dal-2019/alta-che-e%C3%A0-se-suga-alessandro-pezzin/

Lascia un commento

Archiviato in Nuove uscite

Entrare in comunità così giovane non è stato facile. Per altri versi, nemmeno uscirne.

A metà tra l’autobiografia e il manuale di self-help, La bestia che ho dentro di Ramona Fenati ci accompagna per mano all’interno del Tingolo di Pesaro, un ex convento trasformato in comunità di recupero.

Sempre per mano, l’autrice ci conduce per le stanze della solitudine, dell’autolesionismo, della droga e dei disturbi alimentari, delle amicizie sbagliate e di quelle necessarie per crescere.

Durante tutto il percorso sentiamo la sua stretta non mollarci mai, anche nei passi più difficili: la sua guida sincera rende esperti nel conoscere le fragilità della natura umana e il suo infinito potenziale.

La bestia che abbiamo dentro e che spesso finisce per dilaniarci può essere una risorsa per conoscere chi siamo veramente? La risposta è difficile, incanalare l’energia che ci distrugge in qualcosa di positivo lo è ancora di più.

Ma Ramona è qui per raccontarlo, per dire: “Ce l’ho fatta”. E la cosa bella, bellissima, è che ha scritto questo libro per dare una mano, quella che avrebbe tanto voluto stringere nel momento in cui ne aveva più bisogno. La bestia che ho dentro è finalmente in libreria.

#pandaedizioni #narrativa #biografia #ramonafenati #comunità #dipendenza #rinascita #riscoprirsi #selfhelp #instabook #bookstagram #leggerechepassione #ticonsigliounlibro #bookworm

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/narrativa-dal-2019/la-bestia-che-ho-dentro-ramona-fenati/

Lascia un commento

Archiviato in Nuove uscite

Vi aspettiamo al Salone del Libro di Torino!

Dal 19 al 23 maggio vi aspettiamo al Padiglione Oval – Stand W126 del Salone del Libro di Torino!
È sempre una grande emozione partecipare alla più grande fiera del libro d’Italia (e seconda in Europa per numero di partecipanti); quest’anno saremo ospiti all’interno dello stand degli Editori del Veneto, che ringraziamo assieme alla Regione del Veneto per l’opportunità preziosissima, dove troverete una selezione dei nostri ultimi titoli, disponibili per la consultazione e la vendita.
Inoltre venerdì 20 maggio alle 15 sempre all’interno dello stand avremo l’onore di presentare Mauro Angeloni con “G – Una storia di giustizia, gioia e galera”, per una presentazione frizzante all’interno dell’esclusiva cornice dell’Oval.
Ci vediamo lì!

Lascia un commento

Archiviato in Approfondimenti

Giustizia, verità e amore possono davvero convivere?

Con questa domanda affrontiamo le pagine di G, il nuovo romanzo di Mauro Angeloni, una storia singolare suddivisa in tre parti, tre punti di vista diversi sul mondo, tre modi differenti di amare.

La vicenda di G ha suscitato molto scalpore e, siamo sicuri, vi scandalizzerà un po’.

Questo perché, come leggiamo, «Si era partiti da G come giustiziera, ma in breve si passò a G come genere, G come guerra di liberazione contro il maschio violento, G come giovane vittima della cieca macchina della legge, G come orgoglio del punto G e infine G come godimento più o meno confessato di quasi tutta l’altra metà del cielo al pensiero che una di loro era stata capace di quel gesto netto, solidale, ecologico, benedetto».

La storia di G finisce e rinasce da una scelta compiuta nel cuore della notte, tra braccia che si cercano. La storia di G continua sugli scaffali delle librerie e online

#pandaedizioni #mauroangeloni #romanzo #amore #giustizia #galera #eutanasia #genere #instabook #bookstagram #bookworm #ticonsigliounlibro #libridaleggere #leggerechepassione #letteratura #narrativa

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/narrativa-dal-2019/g-una-storia-di-giustizia-gioia-e-galera-mauro-angeloni/

Lascia un commento

Archiviato in Nuove uscite

La storia del Salone del Libro di Torino

Sta per partire il Salone del Libro… ma quante vicende nasconde la sua storia!

Torino, ex capitale del Regno d’Italia, è sempre stata una culla culturale di ruolo primario, per il nostro Paese. Grandi editori sono nati in città, scrivendone (letteralmente) la storia. Pensiamo a Einaudi, per esempio, ma anche Utet, Paravia, Lattes, Bollati Boringhieri 1

Il Piemonte intero, anzi, è una fucina di letteratura, dato che è al quinto posto come numero di editori regionali, dopo Lombardia, Lazio, Emilia-Romagna e Toscana.2

Perciò non stupisce che nel 1988 Angelo Pezzana (libraio) e Guido Accornero (che aveva il 33% di Einaudi) proprio a Torino decisero di provarci, di realizzare un sogno: creare il più grande evento letterario d’Italia, una fiera dove autori ed editori potessero incontrare il grande pubblico. E così si partì al palazzo di Torino Esposizioni, ai margini del Parco del Valentino, e fu da subito un enorme successo. Così grande che gli spazi risultarono piccoli, e allora nel 1992 si andò al nuovo Lingotto, la casa della Fiat, che aveva trasferito tutta la produzione fuori dal centro e aveva ristrutturato la sede storica a centro commerciale e, appunto, sede fieristica.

Rolando Picchioni, per 16 anni patron del Salone del Libro di Torino

La fiera di anno in anno crebbe fino a dover creare un’apposita fondazione, che gestisse in modo autonomo le parti organizzative del Salone, per poi essere acquisita nel 1999 da una joint venture tra Regione Piemonte, Provincia di Torino e Città di Torino, cosa che permise la continuazione della manifestazione ma non il mantenimento del nome, dato che il marchio era rimasto di proprietà privata… ma è una cosa che tornerà, anni dopo. Perciò per sette edizioni cambierà nome in Fiera del Libro, ma nel 2010 tornerà all’originaria dizione.

Nel 2015 un fulmine a ciel sereno: carabinieri e Guardia di Finanza si presentarono nella sede della Fondazione per perquisirla. In mano avevano formali accuse di peculato per il patron Rolando Picchioni, di turbativa d’asta e altro per altre 18 persone, tra cui l’ex sindaco di Torino Piero Fassino e l’assessore alla Cultura Antonella Parigi 3. (Ah, il processo è ancora in corso… nulla si sa, forse andrà tutto in prescrizione). Un vero terremoto fece tremare tutto il “carrozzone” politico-culturale che governa il Salone, un carrozzone che pareva aver stufato gli editori dell’AIE, sempre poco (a loro dire) considerati nella gestione operativa. Tanto che l’Associazione Italiana Editori colse l’occasione per piantare un coltello al cuore del Salone, strappare con la sua gestione politica e dare corpo al sogno proibito di farsi una fiera tutta sua, nel vero centro culturale dell’industria letteraria italiana: Milano. 4

Il logo di Tempo di libri, sfortunata fiera del libro organizzata dall'AIE

Nacque così “Tempo di libri”, una grande fiera del libro in tutto e per tutto simile al Salone del Libro, però a Rho… così nel 2017 si tenne la prima, desertissima edizione di Tempo di Libri a Rho Fiera Milano 5, nel 2018 la seconda, migliore edizione a Fieramilanocity… 6 e poi basta, perché l’AIE capì che duplicare l’evento non aveva senso, e che “rubarlo” a Torino era un atto ripudiato dai lettori in primis.

Il logo dell'Associazione Degli Editori Indipendenti

Ripudiato anche dagli editori, in secundis, tanto che allora si è consumata una spaccatura ancora viva: nacque proprio in sostegno e in difesa del Salone l’associazione ADEI 7 (Associazione Degli Editori Indipendenti), che a distanza di sei anni è diventata la seconda associazione di categoria… chissà se la frattura mai si ricucirà.

Nel frattempo si consumarono batticuori e timori di vedere il Salone morto e sepolto (il rischio effettivo c’era), con buchi di bilancio enormi (dovuti in gran parte a promesse di fondi mai versati da parte di Regione e Comune 8) e fornitori mai pagati 9. Proprio i fornitori, insieme col Circolo dei lettori, crearono una nuova realtà associativa con lo scopo preciso di mantenere in vita il Salone… e riappropriarsi almeno in parte dei debiti pregressi, con la certezza di una migliore gestione amministrativa, fino ad aggiudicarsi nel 2018 l’asta per l’utilizzo del marchio, e far rivivere finalmente ciò che si pensava perduto 10.

Affollamento tipico dei visitatori al Salone del Libro di Torino

Appena in tempo per fare una grande edizione, quella del 2019, con Nicola Lagioia direttore “al volo”: partecipazione di pubblico enorme, quasi 150mila visitatori 11, per l’edizione “del rilancio”, e della vittoria morale “contro” Tempo di libri, che nel frattempo è sparita dall’orizzonte.

Appena in tempo perché nel 2020 c’è stata la pandemia, un’edizione “virtuale”, prologo di un’edizione monstre nel 2021 12… e chissà come sarà quella del 2022.

Edizione in cui ci saremo anche noi di Panda Edizioni: vi aspettiamo allo stand dell’Associazione Editori del Veneto all’Oval, stand V126, dal 19 al 23 maggio.

Lascia un commento

Archiviato in Approfondimenti, Mondo Editoriale

Quando lo abbiamo programmato, non ci aspettavamo che sarebbe uscito in contemporanea con un conflitto…

La programmazione editoriale va di trimestre in trimestre, ed è scandita dagli slot di uscita definiti dalla distribuzione libraria. Perciò, quando tempo fa abbiamo programmato il libro di Giuseppe Santomartino, non potevamo certo aspettarci che uscisse proprio in concomitanza con il conflitto in Ucraina. È una tragedia umanitaria senza precedenti in Europa in questo secolo, ma “Storia del pensiero sulla guerra e sulla pace dalla Bibbia al jihadismo – La complessità geopolitica del XXI secolo” sembra parlare proprio di essa.

In questo saggio l’autore esplora le definizioni di guerra e di pace che si sono susseguite nei secoli, e nelle diverse culture che hanno guidato il destino dell’umanità. Si valutano dunque i principali ideologi e filosofi che hanno influenzato le gesta geopolitiche mondiali, per infine valutare le conseguenze attuali che le diverse impostazioni ideologiche hanno portato a vivere… anche in questi giorni.

Un testo di grandissima attualità, che si propone di rendere più chiare le dinamiche sovranazionali che si svolgono sotto i nostri occhi, e che porta al tempo stesso un afflato di speranza in direzione della pace, intesa non solo come ideale astratto, ma come risultato pratico ottenibile attraverso una sua propria scienza, l’irenologia, che purtroppo sembra essere negletta.

#pandaedizioni #saggistica #libro #ebook #giuseppesantomartino #guerra #pace #irenologia #geopolitica #instabook #bookstagram #bookworm #ticonsigliounlibro #leggerechepassione #ucraina

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/intelligence-e-sicurezza/storia-del-pensiero-sulla-guerra-e-la-pace-dalla-bibbia-al-jihadismo/

Lascia un commento

Archiviato in Nuove uscite

Un’indagine nella Treviso anni Ottanta

Copertina del libro giallo "Maledico il tuo sangue" di Gianluca Ascione

Treviso, dagli anni Ottanta a oggi, è sicuramente cambiata, pur restando sempre un ideale sfondo per un libro giallo. La Restera d’altra parte è rimasta molto simile: anche quarant’anni fa era un luogo di svago, pesca e chiacchierate con gli amici. Cosa succede se un simile luogo bucolico diventa il teatro per il ritrovamento di un cadavere decapitato?

Sarà compito di Giusto Zoia dipanare il mistero, con l’aiuto di Dalmasso. Tornerà dunque sul campo, di nuovo, dopo aver passato qualche anno “ritirato” negli uffici della Questura, cercando di superare un passato difficile e doloroso che gli lascia ancora i segni addosso… e in ospedale. Le indagini lo porteranno a scoprire un giro di omosessuali… che certo in quegli anni faceva molto scalpore in città.

Un romanzo giallo scorrevole e ben costruito, dai tratti psicologici coinvolgenti: Gianluca Ascione al suo quinto romanzo con noi si conferma come scrittore capace ed efficace, capace di convincere e tratteggiare personaggi e trame sempre nuovi e netti, nella sua amata città.

#pandaedizioni #giallo #thriller #gianlucaascione #treviso #libri #letteratura #narrativa #ticonsigliounlibro #leggerechepassione #bookworm #instabook #bookstagram

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/narrativa-dal-2019/maledico-il-tuo-sangue-un-indagine-nella-treviso-anni-80-gianluca-ascione/

Lascia un commento

Archiviato in Nuove uscite