Una romantica storia di speranza nell’antica Inghilterra

Un’infanzia difficile, quella di Ann, dato che viene da un orfanotrofio. Ma il suo riscatto di vita ce l’ha nel momento in cui, uscita dall’istituto, diventa domestica presso casa Snowdon, dove incontra due cose che le cambiano l’esistenza: George, precettore di Victoria, figlia maggiore degli Snowdon, e un curioso quadro nascosto in un cassettone nel corridoio tra le camere da letto.

Una visione curiosa e profonda animerà le sue notti, e i suoi merletti, finché il destino non cambierà improvvisamente…

Il terzo libro dell’affermato Valter Garatti è finalmente disponibile, per la gioia di quanti attendevano di poter tornare ad assaporare la sua scrittura fluida, elegante e ricercata.

#pandaedizioni #letteratura #narrativa #valtergaratti #merletto #inghilterra #romanzo #romanzostorico #libro #ebook #leggere #leggerechepassione #bookstagram #instabook #libridaleggere #leggerechepassione #libriconsigliati #bookworm #bookworms #bookstagramitalia #booklover

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/narrativa-dal-2019/il-merletto-valter-garatti/

Lascia un commento

Archiviato in Nuove uscite

Una storia familiare che riserva sorprese inattese

Eleonora, Emma e Filippo sono fratello e sorelle, ormai grandi, ognuno con la propria esistenza. La loro madre li lascia, e mentre la protagonista Eleonora sfoglia le vecchie foto dei ricordi… spunta un uomo, che aveva notato piangere al funerale. Chi è? Come mai sembra avere avuto un ruolo di peso negli ultimi anni di vita della madre? Perché nessuno di loro lo conosce?

Una svolta inaspettata porrà ulteriori domande ai protagonisti, portando a un cambiamento davvero notevole. Un libro familiare, tenero e sensibile, scritto così bene da Marina Martelli al suo esordio da meritare di vincere l’edizione 2019 del Premio Giorgione Prunola.

#libro #ebook #marinamartelli #narrativa #leggere #leggerechepassione #premiogiorgioneprunola #letteratura #instabook #bookstagram #pandaedizioni

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/narrativa-dal-2019/le-cose-a-met%C3%A0-marina-martelli/

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

I 5 divorzi più costosi del secolo

Ancora non sappiamo a quanto ammonterà la cifra per il divorzio tra Jeff Bezos e sua (ex) moglie Mackenzie, né quanto costerà quello tra Bill e Melinda Gates… ma possiamo farci un’idea degli altri divorzi che sono passati alla storia.

1 – Adnan Kashoggi e Sandra Daly: ricorda niente il cognome del marito? Ebbene sì, siamo sempre lì: la famiglia saudita specializzata nella vendita di armi… Adnan nel 1980 pagò alla moglie la bella cifra di 874 milioni di dollari (di allora)

2 – Steve Wynn ed Elaine: ancor più costoso il divorzio della famiglia proprietaria di alcuni dei casinò più prestigiosi di Las Vegas (il Mirage e il Bellagio, tra gli altri), visto che nel 2010 si sono divisi un patrimonio di circa un miliardo di dollari

3 – Bernie Ecclestone e Slavica Radic: pare che il presidente della formula 1 nel 2009 abbia dovuto sborsare 1,2 miliardi di dollari per divorziare dall’ex modella croata… anche se le circostanze non sono esattamente chiarissime…

4 – Ancor più costoso il divorzio per il magnate dei media americani Rupert Murdoch, che nel 1998 ha sganciato 1,7 miliardi di dollari alla ex moglie Anna Torv

5 – E il divorzio italiano più costoso? Se la giocano due magnati dei media: Vittorio Cecchi Gori ha dovuto sborsare 4 miliardi e mezzo (di lire) a Rita Rusic, ma il vero “campione” (le virgolette sono obbligatorie) rimane Silvio Berlusconi, che a Veronica Lario deve come mantenimento il misero assegno di 1,4 milioni di euro… al mese.

Perché tutto questo? Perché anche così si dimostra che ciò che conta, nel matrimonio e nella vita, non sono certo i soldi… ma l’amore!

D’altra parte, è anche vero che, prima di sposarsi, bisogna essere “preparati” a ogni evenienza, per non ritrovarsi in inghippi di difficile risoluzione (cosa che non augureremmo a nessuno).

Per affrontare il grande passo con la maggiore serenità possibile, e concentrandosi soprattutto sull’amore e il rispetto reciproco, consigliamo tuttavia di leggere l’utilissimo manuale “Wedding training – Il manuale degli sposi – Tutto ciò che c’è da sapere per evitare di ritrovarsi in Tribunale” di Valeria Gritti e Paola Montedonico, che dalla loro esperienza pluriennale di corsi prematrimoniali (e avvocati) riescono a chiarire i diversi aspetti collegati al giorno più importante! Il tutto condito da curiosità e gossip delle coppie famose. 😉

Lascia un commento

Archiviato in Approfondimenti

Cristiano de Martens: una famiglia di mercanti e artisti

Finestre sulla Brenta

L’importante testimonianza offerta dagli acquerelli e dai diari di Cristiano de Martens, raccolta nel volume “Finestre sulla Brenta”, affonda le sue radici nella storia della Venezia commerciale del Settecento. Suo nonno Conrad, infatti, fu il primo console danese nella Serenissima, pur essendo un mercante di origini tedesche. La carica di console infatti non era (ancora) di tipo politico, ma tecnico, e si basava sulle conoscenze specifiche del commercio del luogo in cui risiedevano, e tenevano il collegamento con il Paese di cui si facevano portavoce. Tale carica fu inoltre ereditaria, e fu prerogativa della famiglia von Martens dal 1739 al 1848, passandosi dal padre al figlio.

Il primo “erede” della carica fu Wilhelm Conrad, che sposatosi con Maria Elisabetta von König di Kempten diede alla luce tredici discendenti. Purtroppo l’ultimo parto le fu fatale. Si unì poi a seconde nozze con Margarethe Louise Marianne von Scheler, figlia del tenente colonnello von Scheler del Württemberg, dalla quale ebbero altri tredici figli, tutti nati sulle sponde della Brenta.

Tra essi ci furono Georg Matthias, biologo e naturalista: i suoi studi sull’acqua dolce, i pesci e le alghe marine furono così importanti che l’alga rossa Martensia è chiamata così in suo nome. Scrisse anche un libro in due volumi, “Viaggio a Venezia”, che racconta dettagliatamente sia le opere idrauliche della Repubblica che la cronistoria della caduta della Serenissima nel 1797.

Ludwig Wilhelm dimostrò fin da piccolo un innato talento artistico, e dopo gli studi all’Accademia di Belle Arti di Venezia vinse numerosi premi artistici, specializzandosi nella tecnica dell’incisione.

Gotthard invece, domiciliato stabilmente in Riviera, si dedicò all’agronomia, puntando soprattutto sulla bachicoltura ma non solo, e occupandosi attivamente per la società rurale dell’epoca.

Federico “Fritz” Vincenzo von Martens è il più famoso dei fratelli nati alla Miravecchia. Fu incisore e pittore, ma soprattutto un pioniere della fotografia. È specialmente ricordato per i miglioramenti effettuati alla tecnica fotografica dai punti di vista ottico, meccanico e chimico. Non esiste un solo libro di storia della fotografia che ometta di citarne la figura, data la sua importanza nello sviluppo della tecnica fotografica. Brevettò nuove tipologie di apparecchi, viaggiò in tutta Europa e in Egitto, e fu premiato più volte alle Esposizioni Universali dell’epoca. Fu anche nominato Cavaliere della Legion d’Onore da Napoleone III.

Fu in tutto questo fermento creativo e tecnico che Cristiano “Settimo” von Martens crebbe e si istruì, fino a creare una mappa che conteneva le “miniature ad acquerello” delle ville della Riviera del Brenta… ma questa storia ve la riveliamo nel prossimo approfondimento. 😉

E se volete saperne di più, sulla vivacità tecnica, agronomica e artistica della famiglia von Martens a cavallo tra Sette e Ottocento, quelli sopra sono solo alcuni brevi estratti dall’ampio e ricco libro di Sara Grinzato e Mauro Manfrin “Finestre sulla Brenta – In memoria di Luigino Fattoretto” disponibile sul nostro sito e in tutte le librerie.

#pandaedizioni #storia #serenissima #repubblica #Venezia #saragrinzato #mauromanfrin #fattoretto #libro #saggio #territorioveneto #veneto #villevenete #rivieradelbrenta #martens #christianvonmartens

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/territorio-veneto/finestre-sulla-brenta-le-vedute-ottocentesche-di-cristiano-de-martens/

Lascia un commento

Archiviato in Approfondimenti

Rainer Maria Rilke e le Elegie Duinesi

Oh, e la notte, la notte, quando il vento colmo
di cosmici spazi ci corrompe il volto – a chi mai
potrebbe mancare l’agognata, che sì dolcemente delude,
lei che di fronte al cuore solingo con fatica
si dispone? È più lieve agli amanti? Ah!
si nascondono soltanto l’un l’altro il destino.
Non lo sai ancora? Getta dalle tue braccia il vuoto
verso gli spazi che respiriamo; forse là gli uccelli
sentono l’aria dilatata con volo più intimo.

Così scrive Rainer Maria Rilke tra il 1911 e il 1912, mentre era ospite a Duino presso Maria Thurn und Taxis. Durante il soggiorno scrisse le “Elegie duinesi”, sicuramente ispirato dalla bellezza del luogo e dalle sue esperienze personali, visto che si era appena separato dalla moglie Clara.

Rilke mentre era a Duino oltre a scrivere si intrattenne con Eleonora Duse, visitò Venezia e crebbe come autore, fino a diventare un punto di riferimento della letteratura tedesca del primo Novecento.

La villa Thurn un Taxis, o castello di Duino, è di proprietà della famiglia da più di 400 anni, ed è oggi ancora visitabile, perfettamente conservata. Proprio dal castello di Duino si diparte poi il Sentiero Rilke, una delle più belle e suggestive passeggiate del golfo di Trieste, che porta fino al caratteristico paese di Sistiana, tra scogliere, falesie a picco e pini marittimi. La proprietà immobiliare della villa Thurn un Taxis comprende anche i resti del “Castelvecchio”, edificio del X secolo costruito a scopi difensivi a strapiombo sul mare, dal sicuro fascino paesaggistico e non solo… la Leggenda della Dama bianca narra che una delle mogli del signore di Duino fosse stata gettata in mare e quindi trasformata nella roccia di fronte al castello, e che nelle notti oscure ancora riappaia ai visitatori dell’antico maniero.

È in questo contesto pieno di storia e fascino che si inserisce il romanzo di Vania Russo “Lo strano caso di Edmond Dantes e del gatto Pablo”: durante i lavori di restauro dell’antica torre viene ritrovato un dipinto. Il professor Edmond Dantes Calligaris viene dunque interpellato per certificarne l’autenticità, ma durante gli studi diverse sono le cose che sembrano non quadrare… e poi gli viene affiancata la nuora del committente, Iris Versari, con la quale i rapporti non si limiteranno a questioni lavorative.

Un romanzo scritto in modo magistrale, che coinvolge il lettore in un intrigo che non risparmia il passato di Edmond Dantes, e che vedrà il gatto Pablo aiutare i protagonisti a risolvere il mistero.

#pandaedizioni #libro #romanzo #vaniarusso #trieste #duino #storia #pittura #arte #scrittura #leggere #leggerechepassione #instabook #bookstagram #bookworm #bookwormitalia

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/narrativa-dal-2019/lo-strano-caso-di-edmond-dantes-e-del-gatto-pablo/

Lascia un commento

Archiviato in Approfondimenti

7 spigolature birrarie che non vi aspettavate

1 – Quando è arrivata la birra in Italia?

Nel VII secolo a.C., in Sicilia, a opera dei fenici.

2 – Quindi i romani la conoscevano?
Certo, ne producevano anche, ma i barbari distrussero i piccoli impianti di produzione.

3 – Quale fu la prima birreria italiana?
La Wührer, a opera del fondatore austriaco Franz Saverio Wührer, che la aprì nel 1829 a Brescia. Tuttora esistente, fu rilevata prima dalla Danone poi dalla Peroni, che ne chiuse lo stabilimento bresciano per mantenerne comunque il marchio.

4 – Come fu il rapporto tra l’Italia e la birra nel Novecento?

Altalenante, dato che all’inizio del secolo c’erano diversi birrifici, ma nel 1927 la Legge Marescalchi (autarchia, origini, nazionalismo…) per favorire la produzione di vino aumentò la tassazione sulla birra, che quindi aumentò di prezzo al consumatore… che andò verso altre bevande.

Finita la Seconda Guerra Mondiale riprese il flirt tra gli italiani e il mondo brassicolo, ma comunque in Europa l’Italia rimane il Paese col più basso consumo, pari a circa 30 litri a testa all’anno.

5 – E le birre artigianali?

Sono partite prima nel 1996 con l’homebrewing, che ha permesso ai privati di produrre fino a 5000 hl all’anno, poi nel 2016 con la definizione per legge di “birra artigianale” c’è stata una vera esplosione dell’amore tra italiani e birra, sia come consumatori che come produttori, dato che sono registrate in Italia circa 1500 imprese birrarie.

6 – Che rapporto c’è tra la birra e i grandi chef italiani?

Be’… diciamo che potrebbe migliorare. Chef Rubio ha fatto nel 2018 un tour con la Peroni. Cannavacciuolo nel 2015 ha collaborato con Birra Moretti, così come Carlo Cracco per il Premio Moretti Grand Cru riservato ai cuochi under 35. Bottura già meglio, perché nel suo ristorante propone Birra di Parma. Vissani non pervenuto, mentre Borghese dopo un flirt con Leffe nel 2018 si avventura addirittura a consigliare due abbinamenti tra birra (Leffe, chiaro) e cucina italiana in due show cooking che si sono tenuti il 25 aprile e il 2 maggio 2021 sul suo profilo instagram.

7 – E se volessi altre curiosità e abbinamenti tra birra e cucina italiana?
C’è il nuovo libro di Davide Albanese, “Forchetta e boccale”, diviso esattamente a metà: la prima parte contiene numerose curiosità storiche e tecniche sulla produzione della birra e gli accorgimenti per renderla una bevanda unica e piena di sapore; la seconda metà propone 30 abbinamenti (rigorosamente testati dal vivo) tra ricette della cucina tipica italiana e birre artigianali reperibili sul mercato. Un testo di sicura soddisfazione per il palato degli appassionati di birra e cibo italiani.

#pandaedizioni #birra #brewing #homebrewing #birra1703 #libro #ebook #cucina #ricette #instabook #bookstagram

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/saggistica/forchetta-e-boccale/

Lascia un commento

Archiviato in Approfondimenti

La terza avventura di Max, agente sotto copertura

Max, ormai, vuole solo trovare pace, ma pare non sia il suo destino. Viene infatti presentato a Vladi Hursic, fotografo e reporter nelle zone di guerra, che pensa di essersi imbattuto per caso in un traffico di armi e molto altro da Amburgo e i porti balcanici verso le rotte africane. Ha fotografato i protagonisti di questo traffico poco prima di venire inseguito e minacciato di morte, ma ha lasciato la memory card con le foto sotto a un mattone… Max organizzerà il recupero, coinvolgendo diversi “amici” (e non) che gli devono dei favori. Ma non tutto va per il verso giusto, e mentre i Servizi Segreti cercano di intrappolarlo, si troverà alle calcagna anche una killer spietata che, sulle sue tracce, lascerà dietro di sé una catena di omicidi angoscianti. Un romanzo d’azione e spionaggio che, alla sua terza opera della serie, conferma l’abilità letteraria di Giampaolo Pavanello, capace di inchiodarci alle pagine fino a una chiusura di sicuro effetto.

#pandaedizioni #romanzo #giallo #thriller #noir #spionaggio #libro #ebook #giampaolopavanello #servizisegreti #letteratura #leggere #leggerechepassione #libridaleggere #instabook #bookstagram #bookworm #bookwormitalia

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/narrativa-dal-2019/progetto-urano-le-trame-oscure-del-potere-giampaolo-pavanello/

Lascia un commento

Archiviato in Nuove uscite

Amarsi è la cosa più bella del mondo! Con qualche attenzione… ;-)

Sposarsi è un momento magico, stupendo, e coinvolge tutte le nostre energie e aspettative. È giusto e bellissimo così… però non sempre sappiamo come muoverci al meglio, soprattutto in quegli aspetti della questione per così dire “spinosi”, ma che alla fine hanno un loro peso.

Valeria Gritti e Paola Montedonico esercitano la professione di avvocato, e tenendo i corsi prematrimoniali (e assistendo le persone che poi a loro si rivolgono) hanno ben presente quali sono gli aspetti più importanti per fare il grande passo in modo consapevole. Sposarsi con coscienza di causa è un diritto e un piacevole dovere, per essere chiari e non perdersi in lungaggini che possono diventare oscure. Il matrimonio all’estero, la validità dei matrimoni di confessioni religiose diverse, la comunione o la separazione dei beni sono solo alcuni degli argomenti trattati, il tutto arricchito da gustose curiosità sui matrimoni dei VIP… 😉

#pandaedizioni #saggistica #wedding #matrimonio #sposarsi #valeriagritti #paolamontedonico #libro #ebook #libri #instabook #bookstagram #libridaleggere #book #bookstagramitalia #booklover #bookworm #bookworms #librichepassione #libriconsigliati

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/saggistica/wedding-training-il-manuale-degli-sposi-valeria-gritti-paola-montedonico/

Lascia un commento

Archiviato in Nuove uscite

Mondo del libro: ma è vera ripresa o ce la vogliamo raccontare?

Incuriosisce constatare come ultimamente sia tutto un florilegio (benefico) di articoli basati sulle dichiarazioni dell’Associazione Italiana Editori (di cui facciamo parte) che il mondo del libro sia in forte ripresa.

E noi saremmo ovviamente ben contenti di questa notizia. Ma siccome la cosa non ci tornava esattamente come l’abbiamo letta, siamo andati a vederci i dati.

Stando al sito ibuk, che registra le vendite delle librerie del circuito Arianna+ (il circuito che serve Messaggerie, in sostanza il quasi-monopolista della distribuzione in Italia, gestendo più del 60% dei titoli), le vendite non vanno proprio come proclamato.

I singoli puntini sono le vendite totali settimanali, e siamo alla 15a settimana del 2021, in arancione. In verde possiamo vedere il catastrofico 2020, con il lockdown assoluto e Amazon che in aprile aveva sospeso la vendita dei libri (anche se i dati Amazon non sono compresi in questo grafico). Vediamo, viene da dire ovviamente, come il 2021 vada moooolto meglio del 2020. E ci crediamo: le librerie sono aperte, la mobilità per quanto ridotta non è annullata come l’anno scorso (un esempio su tutti: le aziende sono tutte aperte).

Ma guardiamo la riga in azzurro chiaro: sono i dati del 2019, era felice (e inconsapevole) pre-covid, in cui ci preoccupavamo di ben altro, ma rispetto alla quale i dati di vendita dei libri è superiore solo per un mesetto, mentre per il resto si vede un netto calo… per non parlare del mitico 2011 (linea in blu), dieci anni fa, anno rispetto al quale la linea di vendita è sempre nettamente inferiore di almeno il 20%.
Dunque qual è la verità? Essa è composta da molti fattori: i numeri di Amazon non sono compresi da questo grafico, e Amazon è diventato il mostro sacro della distribuzione libraria, passando al 45% dei libri distribuiti. Comodità, velocità, estensione del catalogo la fanno da padroni, e complice la pandemia ha cambiato e sta cambiando il modo di vendere i libri (e progettarli), tanto che ai primi posti delle vendite di Amazon vediamo diversi autopubblicati, anche di ottima qualità.

Inoltre Amazon ha eroso le vendite di tutte le librerie fisiche, sia indipendenti che di catena, dato che i loro punti di forza (presentazioni, gruppi di lettura, caffetterie) sono stati eliminati (speriamo temporaneamente) dalla pandemia. Ha d’altra parte fatto sì che le dinamiche di mercato siano variate a favore degli editori indipendenti, che sul sito hanno (quasi) la stessa visibilità e (questa sì) la stessa reperibilità dei grandi editori.

E poi non dimentichiamo i nuovi modi di fruire del contenuto libro: gli audiolibri, che si stanno sempre più affermando come mercato autonomo e solido, e gli ebook, che hanno terminato di crescere e affiancano il mercato del cartaceo essendosi conquistati una fetta di affezionati turbolettori che apprezzano il loro minor costo (in genere) e il risparmio di spazio fisico che generano. Sia nel mondo degli ebook che degli audiolibri, Amazon la fa quasi da padrona, con i suoi servizi Kindle (ma attenzione alla crescita di Kobo) e Audible (affiancato da Storytel).

Il mondo del libro è dunque salvato da Amazon? Più o meno: se gli gira, Bezos può cancellare i titoli che reputa “scomodi” o non allineati, e l’Amazon-centrismo può far dimenticare che attorno al mondo librario gravitano anche tipografie (gli autopubblicati con KDP sono stampati in Polonia, cari amici ecologisti), fiere (tutte annullate) e molto altro… a questo punto, chi vivrà vedrà. Ciò che ci sentiamo comunque di sottoscrivere, è che il libro resiste. A fatica, ma resiste.

Sitografia:

https://www.ibuk.it/irj/go/km/docs/documents/PortaleIBUK/segnalibro/segnalibro_andamento_arianna_sett.html

https://www.epochtimes.it/news/amazon-censura-silenziosamente-libri-discorsi-odio/

Lascia un commento

Archiviato in Approfondimenti

Come accogliere al meglio una vita in arrivo?

Non c’è cosa più bella al mondo di dare la vita! E questo è verissimo, però a volte possono sorgere dubbi, domande, perplessità nelle mamme in attesa. A queste domande risponde Mariapia Laviano, che grazie alla sua esperienza di infermiera in ambito ostetrico può aiutare i futuri genitori a prepararsi ad accogliere al meglio la nuova creatura in arrivo. Da molti anni infatti è fianco a fianco ai genitori sia nei corsi preparto che in corsia, e questa padronanza le ha permesso di collezionare le risposte più utili, anche a domande curiose o inaspettate. Il libro le raccoglie tutte in un agile volume a colori, con una seconda parte dedicata alla raccolta delle memorie fotografiche e a prendere nota degli incredibili sviluppi del primo anno di età.

Un libro apprezzatissimo sia in prima persona che come regalo agli amici in attesa. 😉

#pandaedizioni #mariapialaviano #benvenutamaternità #maternità #gravidanza #parto #neonato #ostetricia #corsipreparto #libro #saggistica #leggere #lettura #leggerechepassione #instabook #bookworm

https://www.pandaedizioni.it/catalogo/saggistica/benvenuta-maternit%C3%A0-mariapia-laviano/

Lascia un commento

Archiviato in Nuove uscite